giovedì 13 gennaio 2011

JAMES JOYCE E' MORTO!!!

Bene diceva Bene Carmelo: dopo l'Ulisse non dovevamo più scrivere libri, ma fermarci tutti a riflettere sul futuro della letteratura e a rileggere i classici.

Nato a Dublino, James Joyce moriva il 13 Gennaio 1941 a Zurigo. In quella Svizzera dove sfuggiva una guerra di cui non vide la fine. Quella guerra terribile che coinvolgeva i suoi compatrioti, gli europei: figlio di Yeats, fratello di Svevo, padre di Beckett; Trieste la casa degli amici, Parigi il circolo culturale. E per quanto Dublino, dopo un purgatorio culturale impostogli fino agli anni '60, tenti ora di riappropriarsene lusingata dal “tourismo” Bloom-Joyciano, nelle pagine di Joyce riecheggia ancora il suo rifiuto per quel catto-nazionalismo che aveva abbandonato, affermandosi come il più grande scrittore europeo del '900.


E lenta la sua anima s'abbandonò mentre udiva la neve cadere lieve su tutto l'universo, lieve come la loro definitiva discesa, su tutti i vivi, su tutti i morti.”
(Da “I morti”, in “Gente di Dublino”)

Nessun commento:

Posta un commento