mercoledì 30 marzo 2011

LA CITAZIONE APPENA CòLTA: MAJAKOVSKIJ/MISHIMA/CCCP-FERRETTI

1.
Per l'allegria
                      il pianeta nostro
                                                   è poco attrezzato.
Bisogna
             strappare
                              la gioia
                                          ai giorni futuri.
In questa vita
                        non è difficile morire.
Vivere
            è di gran lunga più difficile.
2.
In ultima analisi il valore di un uomo si rivela nell'istante in cui la vita si confronta con la morte, ma noi viviamo in modo tale che nulla ci costringe a testimoniare la nostra risolutezza nell'affrontare la morte. E' facile dichiarare che si è pronti a morire, ad offrire la propria vita, ma non altrettanto facile è dimostrare che quanto si afferma risponde al vero.
3.
Non so dei vostri buoni propositi
Perché non mi riguardano
Esiste una sconfitta
Pari al venire corroso
Che non ho scelto io
Ma è dell'epoca in cui vivo.
La morte è insopportabile
Per chi non riesce a vivere.
La morte è insopportabile
Per chi non deve vivere.

1: V.Majakovskij, dalla poesia "A Sergej Esenin" (1926), tr. A.M. Ripellino. +
2: Y.Mishima, da: "Lezioni spirituali per giovani samurai"(1968-9), tr.L.Origlia =
3: G.L.Ferretti, dalla canzone "Morire", dei CCCP (1985):


Nessun commento:

Posta un commento