domenica 3 aprile 2011

64°

Ecco. Oggi è il compleanno di mia mamma. Ecco. Ed allora pubblico una poesia che scrisse giovinetta.  Ah, se l'avessero incatenata in casa, avremmo un'altra Emily Dickinson. Ecco. Auguri, mamma.



Ho cominciato
ad amare te
e, nello stesso tempo,
ho cominciato ad amare
la solitudine,
che prima tanto odiavo.

T'aspetto e non vieni,
questa solitudine m'è cara.
Nessuno vicino che mi
compianga, solo io
col mio pensiero
volto a te.

di G.B.

Nessun commento:

Posta un commento