domenica 5 giugno 2011

NON CADRO'

In piena luce, come cieco,
Mi aggiravo.
Che tutto sfuggiva al mio sguardo
Irridente –
E delle cose
Liquefatte –
Solo potevo udire il nome
Ed esso
Presa in prestito la mia ombra –
Mi scivolava sotto…
Ed intorno.

Insolente!

In piena luce come cieco
Caddi
E mi rialzai
Così che potessi
Di nuovo cadere
Dove ancora
Ora
In piena luce
Come cieco
Giaccio.

(Ora no:
Non cadrò).

Nessun commento:

Posta un commento