mercoledì 20 luglio 2011

QUELLI CHE LA PATRIA

Quelli che la patria è un recinto
                     la bandiera un marchio
                     l'inno un jingle
                                 uno slogan

Quelli che hanno dato il sangue per la patria
                                   vinto una guerra
                                                            e sono morti ed eroi
Quelli che per la patria invadono la tua città
Quelli che uno spettro si aggira per l'Europa
lo spettro del nazionalismo
Quelli che per la patria darebbero il sangue loro
e quello di tutti coloro i quali
non sarebbero troppo disposti a farlo

Quelli che per la patria si farebbero tagliare i coglioni

Quelli che per la patria per dio e per la famiglia
Quelli che per la patria ucciderebbero
Quelli che per la patria ucciderebbero
                                                                  ma la loro patria non è la vostra:
                                         ucciderebbero voi
Quelli che per la patria stuprano tua figlia
Quelli che per la patria uccidono tuo fratello
Quelli che per la patria stavano solo eseguendo degli ordini

Quelli che una patria non ce l'hanno
e non sanno per cosa uccidere

Quelli che la patria ce l'hanno in sé
      e non c'è patria più grande
nessun'altra patria
                                ma nessun altro potrà entrarvi a curiosare
anche per questa patria si uccide

Quelli che se non ci fosse una patria
che senso avrebbero i mondiali
le olimpiadi
che quelli non cantano l'inno
non stringon pugni sul petto
                                                 fottuti mercenari

Quelli che
bell'abissina

Quelli politically correct
quelli che
faccetta di colore

Quelli che mettono sempre la bandiera al contrario
da generazioni

Quelli dell'identità culturale
                                                       che è aiutiamoli a casa loro
che è cultura dell'identificazione

Quelli che la patria è l'umanità
e vorrebbero meno confini
ma/è troppo tardi/presto
e alla dogana abbiamo la faccia dei nemici
vediamo la faccia dei nemici

Quelli che nel mondo
di patrie
sei, sette miliardi.

3 commenti:

  1. Credo uno possa "amare" la proprio patria senza perpetrare tutte queste cose che menzioni... l'essere umano può essere dotato di intelligenza...a volte! Ciao A-patriottico!

    RispondiElimina
  2. proprio=propria.... scusa... dita difettose...

    RispondiElimina
  3. Sì, ma alla base il problema è che non vedo la necessità di creare confini all'umanità. Mi sfugge un po', il concetto di nazione.
    Anche quello di tribù.
    Ciao.

    RispondiElimina