venerdì 11 dicembre 2015

SORTITA

un insistente mormorio sotteso
nel rispetto della nostra illusione s'arresta mite
accerchiando la nostra logica muraglia
la nostra veglia

è una scia lontana nel cielo una meteora
l'anima mia sbocciata dal corpo dormiente
è un fiore tra le stelle

inarrestabile incontenibile libera
le si pone un limite e non l'affronta
lo dimentica e va

1 commento: